Alimentazione sana e sostenibile: benefici per la salute e per l'ambiente

Come prenderti cura della tua salute e di quella del pianeta? Semplice, a tavola tre volte al giorno! Colazione, pranzo e cena sono un’ottima opportunità per conciliare la promozione della salute e il rispetto per l’ambiente. Un’alimentazione sana e consapevole è quella adeguata sotto il profilo nutrizionale e sostenibile dal punto di vista sociale e ambientale.

Un sistema alimentare sostenibile è

 

  • attento al benessere delle persone e al rispetto dell’ambiente;
  • consapevole dell’impatto della produzione alimentare a livello sanitario, sociale, economico ed ambientale;
  • solidale con tutte le persone coinvolte nella catena agroalimentare;
  • resiliente e cammina verso la sovranità alimentare grazie al sostegno dell’agroecologia.

,

Ristorazione

Agri-Cultura

Filiera corta

impatto ambientale ristorazione sostenibile
agricoltura mani contadina
verdura cassetta di legno filiera corta

Abbinare la buona cucina con la sostenibilità ambientale offre vantaggi economici e sociali. Scuole, ospedali, case di riposo: nelle mense oltre il catering c’è di più! Ci sono cucine interne che con ingredienti locali e di stagione migliorano la qualità dei menù e riducono l’impatto ambientale. Ristoranti a km0 che offrono piatti seguendo il ritmo  delle stagioni grazie alla selezione accurata di ingredienti freschi e di origine locali.

L’agricoltura su piccola scala racchiude l’insieme dei valori, dei simboli e delle credenze sul nostro legame con la terra. Sono tante le pratiche agroecologiche e i movimenti sociali che vogliono recuperare il controllo sulla catena alimentare, dove la sostenibilitá economica e quella ambientale prendono il posto di merce e profitto. Sensibilità e coscienza collettiva per andare nella direzione opposta rispetto al sistema alimentare industriale.

 

Sistemi agricoli territoriali: nuove forme di consumo che riconoscono il valore di prodotti locali, stagionali e tipici. Filiera corta come rete sociale e ambientale che promuove la geografia del cibo e le relazioni umane e solidali. Piccoli gesti quotidiani che creano opportunità per il territorio e sostengono la vita delle aree rurali, grazie al consumo critico e responsabile. Il futuro delle produzioni enogastronomiche è etico e sostenibile!

 

Di cosa parliamo quando parliamo di alimentazione?

Un consumo critico e consapevole può innescare cambiamenti importanti perché quando parliamo di alimentazione parliamo di:

Salute

Obesità, sovrappeso, diabete malattie cardiovascolari sono strettamente legate ad una cattiva alimentazione ricca di prodotti ultra processati. Perciò è importante preferire il consumo di alimenti freschi, sani e nutrienti ed evitare quelli industriali ricchi di grassi, zuccheri e additivi.

Ambiente

Le nostre abitudini alimentari possono avere un forte impatto sull'ambiente e sui diversi ecosistemi. Scegliere alimenti locali, di stagione e coltivati nel rispetto delle risorse naturali significa ridurre l'impatto ambientale della filiera agroalimentare e sostenere pratiche virtuose.

Agricultura

La produzione intensiva e globalizzata di alimenti rappresenta una minaccia per tutte le forme di vita sul pianeta. Perciò è urgente sostenere l'agroecologia quale pratica agricola sostenibile, democratica e resiliente capace di gestire le risorse naturali in armonia con gli ecosistemi.

Migrazioni

L'accaparramento delle terre nei paesi del Sud è una delle cause dell'espulsione forzata delle comunità locali. L'acquisizione e la privatizzazione di terreni agricoli su larga scala costringe sempre più persone ad ammassarsi nelle periferie delle grandi città o alle frontiere di Europa e Stati Uniti.

Economia

La trasformazione del cibo in merce ha convertito l' alimentazione in un enorme giro d'affari. Sostenere la produzione locale e la filiera corta significa riconoscere l'importanza economica dell'agricoltura su piccola scala e garantire un prezzo equo a chi coltiva i nostri alimenti.

Cambiamento climatico

L'agricoltura industriale e l'allevamento intensivo rappresentano il secondo settore più inquinante in termini di emissioni di gas serra. Sostituire l'attuale modello di produzione e consumo alimentare con un sistema sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale è urgente e necessario.

Perché questo Blog?

Perchè la rivoluzione inizia a tavola! Mangiare è un atto politico e scegliere un'alimentazione sana, sostenibile e giusta significa che ogni giorno abbiamo l'opportunità di contribuire a creare un sistema alimentare sostenibile, responsabile e solidale.

Gli ultimi articoli del blog

Bottiglia olio extravergine di oliva prezzo giusto

Qual è il giusto prezzo dell’olio extravergine di oliva?

Com’è possibile che i supermercati vendano bottiglie d’olio extravergine di oliva a 3 euro? Una cifra molto al di sotto del costo reale di produzione di un litro d’olio evo, alimento insostituibile della dieta mediterranea, ricco di benefici per la salute, grazie alla sua nota attività antiossidante.

Il prezzo può aiutarci a capire se siamo di fronte ad un olio evo oppure no? Per saperlo, bisogna partire da un dato importante 4.90€/Kg è il costo franco azienda – presso il frantoio – a cui bisogna aggiungere il costo della bottiglia, dell’etichetta e della distribuzione.

Carrello della spesa in un supermercato

Consumo critico: idee per cambiare

Perché il tuo consumo può cambiare il mondo? Il consumo è diventato l’attività quotidiana per eccellenza: consumiamo cibo, vestiti, energia, divertimento, cultura, internet, trasporti e un lungo eccetera. Fare una lista di tutto ciò che consumi in un giorno è un ottimo esercizio per riflettere sul tipo di consumo che stai promuovendo, sia sotto il profilo ambientale che dal punto di vista sociale.

Smettere di consumare alla cieca e chiederti cosa stai comprando, come e perché lo fai è il primo passo per cambiare abitudini di consumo automatiche e iniziare sostenere un’economia che rispetti le persone e l’ambiente, perché rivedere le scelte d’acquisto può fare la differenza quando parliamo di sostenibilità ambientale e benessere collettivo.

Cereali industriali per la colazione- i peggiori alimenti quotidiani

Cibo spazzatura: la classifica dei peggiori “alimenti” quotidiani

Cibo spazzatura: se lo conosci, lo eviti! Ma come si fa a sapere se un alimento appartiene alla categoria dei prodotti ultra processati – e quindi da evitare – senza cadere nella trappola della pubblicità ingannevole?

I cibi ultra processati sono prodotti industriali ricchi di sale, zuccheri, grassi idrogenati e additivi chimici, ma poveri di nutrienti. Pratici, veloci ed economici sono l’esca perfetta per tutte quelle persone che per motivi diversi riempiono il carrello di oggetti commestibili non identificati. Le nostre dispense sono piene di cibo spazzatura che l’industria alimentare riesce a vendere spacciandolo per sano e utile al nostro benessere psicofisico.

error: Content is protected !!